Come acquistare nuovi serramenti in comode rate nel 2021

Come acquistare nuovi serramenti in comode rate nel 2021. Infissi Ecobonus 2021 con cessione del credito. Grazie al rilancio economico del Paese con diversi incentivi e agevolazioni, il Decreto Rilancio 2020 offre la possibilità di ottenere immediatamente uno sconto su tutte le spese effettuate per migliorare l’efficienza energetica degli edifici. Tra queste spese rientra ovviamente …

L’articolo Come acquistare nuovi serramenti in comode rate nel 2021 proviene da Rota Infissi di Roberto Rota.

Finestre in PVC: i numerosi vantaggi di questa scelta

Finestre in PVC: i numerosi vantaggi di questa scelta Le finestre in PVC rappresentano una soluzione sempre più richiesta per via dei loro innumerevoli vantaggi. Questi materiali infatti consentono di ottenere un ottimo livello di isolamento, e quindi favoriscono il risparmio energetico. Uno dei tanti vantaggi nello scegliere finestre in PVC è che garantiscono un …

L’articolo Finestre in PVC: i numerosi vantaggi di questa scelta proviene da Rota Infissi di Roberto Rota.

Gli infissi e la sostenibilità

Lavoriamo ad rendere l’abitazione un ambiente sicuro e innovativo con un forte rinnovamento di più aspetti della casa: dalle opere relative alla muratura, come i cappotti termici, fino ad arrivare alle componenti interne come infissi ecosostenibili, caldaie di ultima generazione e climatizzatori di classe energetica superiore. Chi decide di intraprendere tale cambiamento radicale, può approfittare degli …

L’articolo Gli infissi e la sostenibilità proviene da Rota Infissi di Roberto Rota.

Gli esperti di infissi diventano digitali

Nonostante sembrerebbe una tematica secondaria, la pandemia sanitaria ha inciso molto nella produzione di pellicole, pannelli e altri prodotti in materie plastiche. Le pellicole ad alte prestazioni sono utilizzate nell’industria del mobile e degli infissi, rendono ermetiche le infrastrutture dei tetti e le opere dell’edilizia sotterranea e sono utilizzate per pannelli e materiali compositi riciclabili …

L’articolo Gli esperti di infissi diventano digitali proviene da Rota Infissi di Roberto Rota.

Realizzazione pannelli divisori per la sicurezza degli ambienti di lavoro

L’emergenza sanitaria causata dal covid-19, meglio conosciuto come Coronavirus, ha posto l’accento sulle norme di prevenzione, per limitare e contrastare il contagio, da adottare nelle vita quotidiana e negli ambienti di lavoro.

In questi giorni di ordinanze e provvedimenti per il contenimento del coronavirus abbiamo anche imparato a conoscere nuove parole. Una di queste è una parola inglese che avrete sicuramente sentito citare nelle trasmissioni televisive: droplet. Letteralmente significa “gocciolina” e in campo epidemico si riferisce alla saliva nebulizzata, parlando con una persona infetta a distanza ravvicinata, oppure per colpa di un colpo di tosse o di uno starnuto, ci raggiunge trasmettendoci potenzialmente il virus.

Oltre alle raccomandazioni come mettere sempre a disposizione “in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani” è bene dotare uffici e ambienti di lavoro, specie se al contatto con il pubblico, di pannelli divisori protettivi a tutela sia dei lavoratori che dei clienti.
L’esigenza di rendere gli ambienti di lavoro sicuri e salubri ci ha spinti a realizzare pannelli divisori personalizzabili per la tua attività.

I pannelli  divisori sono la soluzione ideale per creare separazioni tra varie postazioni di lavoro.
I divisori consentiranno infatti di rendere per esempio un ufficio o negozio, ed in generale ogni ambiente di lavoro cosiddetto open space, più igienico fungendo da schermo protettivo, onde evitare il disperdersi nella stanza di batteri ed agenti patogeni. Clicca sulle foto per ingrandire.

 

 

Rendi sicuro il tuo posto di lavoro. Per informazioni e richieste riguardo ai pannelli divisori per postazioni lavorative segnalaci le tue esigenza al nostro form contattaci.
Siamo a tua piena disposizione anche telefonicamente al 347 724 31 76 o via e mail info@infissirota.it.

Non affidare la sicurezza della tua atttività al primo che incontri. Affidati alla qualità di Rota Infissi di Roberto Rota, leader sul mercato del settore dei serramenti!

Ecco qualche esempio dei nostri modelli, inoltre su richiesta possiamo realizzare le forme e le dimensioni che preferite.

 

Realizzazione pannelli divisori per la sicurezza degli ambienti di lavoro

L’emergenza sanitaria causata dal covid-19, meglio conosciuto come Coronavirus, ha posto l’accento sulle norme di prevenzione, per limitare e contrastare il contagio, da adottare nelle vita quotidiana e negli ambienti di lavoro. In questi giorni di ordinanze e provvedimenti per il contenimento del coronavirus abbiamo anche imparato a conoscere nuove parole. Una di queste è …

L’articolo Realizzazione pannelli divisori per la sicurezza degli ambienti di lavoro proviene da Rota Infissi di Roberto Rota.

Per ogni sostituzione del vecchio infisso si consente la detrazione fiscale del 50%

Per ogni sostituzione del vecchio infisso si consente la detrazione fiscale del 50%

Come fruire correttamente del bonus infissi 2020. Le regole da seguire per ottenere gli sgravi previsti per la sostituzione di porte e finestre.

Bonus infissi anche per il 2020. Come noto, la legge di bilancio ha esteso anche per quest’anno la possibilità di fruire di sconti fiscali per il rinnovo degli infissi degli appartamenti rientrante nel cosi detto pacchetto eco bonus che prevede detrazioni particolari per chi sostiene le spese.
La misura è stata approvata e prorogata dal Parlamento proprio per agevolare la realizzazione di lavori di ristrutturazione degli immobili al fine di consentire un maggiore risparmio energetico anche nel 2020.
In considerazione anche dei più ampi interventi che riguardano la casa.
Grazie alle detrazioni fiscali è possibile effettuare i lavori e avere un rimborso del 50% della spesa sostenuta.
Se stai pensando di sostituire le tue vecchie finestre per tetti approfittando di questi importanti incentivi,tra i nostri lavori che rientrano in questo bonus ci sono:finestre;porte d’ingresso; persiane, avvolgibili, cassonetti, zanzariere;tende da sole;ecc…
Anche per quest’anno sono confermati sia l’Ecobonus che le detrazioni sui lavori di ristrutturazione, entrambi al 50%.
Intraprendere lavori di ristrutturazione può essere una spesa ingente che non tutti possono affrontare.

Come sempre, nel caso si volesse valutare la possibilità di effettuare un intervento edilizio per poi accedere alle relative detrazioni fiscali previste, consigliamo di rivolgersi a Rota infissi di Roberto Rota è il punto di riferimento a Napoli e in Campania per i vostri progetti,che puo’ fornire tutte le informazioni necessarie.

Per ogni sostituzione del vecchio infisso si consente la detrazione fiscale del 50%

Per ogni sostituzione del vecchio infisso si consente la detrazione fiscale del 50% Come fruire correttamente del bonus infissi 2020. Le regole da seguire per ottenere gli sgravi previsti per la sostituzione di porte e finestre. Bonus infissi anche per il 2020. Come noto, la legge di bilancio ha esteso anche per quest’anno la possibilità …

L’articolo Per ogni sostituzione del vecchio infisso si consente la detrazione fiscale del 50% proviene da Rota Infissi di Roberto Rota.

Coronavirus. Decreto DPCM chiude attività non essenziali

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020 che chiude ottanta attività giudicate non essenziali è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 22 marzo (vedi allegato). Porta il titolo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020 Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale.

L’art. 1 Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale alla lettera a) sospende tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 1. Le attività professionali non sono sospese. Resta fermo, per le attività commerciali, quanto disposto dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 marzo 2020 e dall’ordinanza del Ministro della salute del 20 marzo 2020.
Alla lettera b) si fa divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

Un’eccezione è rappresentata dalle attività produttive che sarebbero sospese ai sensi della lettera a) che possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile. Restano sempre consentite anche le attività che sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività di cui all’allegato 1, nonchè dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali previa comunicazione al Prefetto della provincia ove è ubicata l’attività produttiva.

Le imprese le cui attività sono sospese per effetto del presente decreto devono completare le attività necessarie alla sospensione entro il 25 marzo 2020, compresa la spedizione della merce in giacenza.
Le sospensioni sono state estese fino al 3 aprile.

Per quando riguarda l’industria delle costruzioni è da segnalare che rimangono aperti:
-gli studi di ingegneria e di architettura;
-le attività di ingegneria civile (Ateco 42):
-le installazioni di impianti elettrici, idraulici e altri lavori di costruzione e installazioni (Ateco 43.2).

Quest’ultima categoria comprende diverse voci tra cui installazione in edifici o in altre opere di costruzione di: porte automatiche e girevoli e di cancelli automatici (vedi news).

Per i codici Ateco vedi anche la pagina di Infocamere.

The post Coronavirus. Decreto DPCM chiude attività non essenziali appeared first on Guidafinestra.

Coronavirus. Decreto DPCM chiude attività non essenziali

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020 che chiude ottanta attività giudicate non essenziali è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 22 marzo (vedi allegato). Porta il titolo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020 Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti …

L’articolo Coronavirus. Decreto DPCM chiude attività non essenziali proviene da Rota Infissi di Roberto Rota.